…….E Così nacque il Daytona……….

In una domenica di febbraio del 2006, a dir poco piovosa e ventosa, con 3 fuori strada dei “ THE BAD BROTHERS”, passavamo per Cortellazzo di Jesolo (VE). Nonostante la bruttissima giornata, ci venne la forte tentazione di entrare nella spiaggia con le nostre auto per provare a correre sulla sabbia bagnata.

Uno a caso (io Adry) decise di provare questa emozionante esperienza. Gli altri due non ci pensarono 2 volte per seguirlo e, con stupore, troviamo altri 4 fuoristrada di “lusso” già nella spiaggia in riva al mare; due erano fermi e parcheggiati, mentre gli altri 2 giravano lì attorno senza troppe pretese.

In quel momento Adry pensa…”Troppa confusione!!!” ….. E così decidiamo di spostarci un po’ più avanti.

Quel giorno dovevamo eseguire pure un servizio fotografico del nuovo assetto 8” con ruote da 37” e disco da 20” del Dodge Ram 2500 T.D. Pick up anno 2005, per una nota rivista del settore.

Ci inoltriamo nella spiaggia e iniziamo a scattare diverse foto in varie posizioni con Twist ed in situazioni talmente estreme da farlo “piantare” nella sabbia.

La pioggia ed il vento continuavano ininterrottamente, mentre noi continuiamo a fare video e foto, anche durante la fase di aggancio con una fune ad un altro fuori strada “Chevy pick-up td” del 1994, rialzato e con super gomme tipo “trattore”, usandolo per tirare fuori il Dodge dalla sabbia.

Una volta riusciti nel nostro intento, ci stavamo preparando per andarcene, molto soddisfatti dell’esperienza appena vissuta, quando vediamo sopraggiungere a piedi due cappelli fluorescenti ad una distanza di circa 600 metri. Ahi…ahi…ahi…….., infatti una volta avvicinatisi ci chiedono di esibire i documenti e la patente. Io non li esibisco perché ritengo giusto che prima di chiedere i documenti a noi,  li avessero chiesti  ai 4 fuoristrada di “lusso” che avevano trovato in spiaggia prima di noi (visto che gli erano passati a fianco prima di arrivare a noi), ma non l’avevano fatto. Comincia così un accanito battibecco con questi agenti,  mi ostino a ripetere che stanno facendo delle assurde differenze tra noi ed i quattro,  loro con indifferenza mi chiedono “perché?”. Io rispondo che se avessero fatto le multe anche agli altri 4 fuoristrada, avrei accettato a malincuore pure le nostre.

Così in breve tempo la discussione degenerò e arrivarono altri 2 automezzi in rinforzo alla polizia municipale.

Concordata la sanzione, veniamo “scortati” fino al comando di polizia municipale, per ritirare i bollettini postali.

Ormai i toni si erano calmati e così ci mettiamo a discutere con il funzionario pubblico della vicenda e delle discriminazioni verso questi veicoli un pò insoliti, in fine  ci chiese perché non avessimo richiesto una normalissima autorizzazione per andare in spiaggia a fare il servizio fotografico per la rivista, ed  Io rispondo “ Se per lei è così semplice, perché non mi aiuta a richiederla e a farla accettare? Sono anni che sogno di correre liberamente sulla spiaggia e quando mi si è presentata l’occasione, l’ho fatto senza chiederlo”.

“Questa è una sfida” replico “vedremo se è così semplice”………

Da quel febbraio 2006 al 5 ottobre 2008, data di inizio del I° Daytona Beach di Jesolo, abbiamo avuto un’ottima collaborazione da parte del comune di Jesolo, anche se i primi tempi ci guardavano in malomodo e con scetticismo.

Comunque grazie al funzionario pubblico che ha accolto la mia sfida, e alla mia testa dura, molte persone appassionate come me di auto fuoristrada e non solo, ora possono avere una pista tutta per loro nella splendida spiaggia del faro di Jesolo.

Un doveroso ringraziamento lo devo a tutto il comune di Jesolo (VE), dai sindaci agli assessori al turismo e allo sport uscenti ed in carica, tutte le persone dei vari uffici del commercio, del turismo e del demanio, polizia locale etc. che non mi hanno solo aiutato nelle varie pratiche, ma anche sostenuto moralmente.

Credo molto in questo progetto che è già arrivato alla sua V° edizione, ed ai complimenti che abbiamo ricevuto per aver creato uno dei più belli ed innovativi eventi di Jesolo.

Spero con il mio staff di essere sempre all’altezza della situazione, di riuscire a far crescere sempre di più questa manifestazione che tanta soddisfazione ci ha dato, nonostante i periodi di crisi e di conseguenza la poca disponibilità di fondi.

Anche quest’anno faremo del nostro meglio per farvi passare un week-end diverso, al mare, in famiglia e tra amici……cercando di farvi godere uno spettacolo entusiasmante.

volantino daytona 2015

Io, Adry Muttley, presidente della A.S.D. “THE BAD BROTHERS” , inventore e ideatore dell’evento, con tutto il direttivo e lo staff , vi aspettiamo numerosi al “DAYTONA BEACH DI JESOLO” e come dico sempre……………………… ”SE NON C’E’ PUBBLICO NON C’E’ SPETTACOLO!”

This Post Has Been Viewed 348 Times

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail